Il mio ipotiroidismo è guarito con i funghi

nadia franzinelli

Mi chiamo Nadia Franzinelli, sono nata a Cedegolo (BS), in Val Camonica, il 22 febbraio 1956, e mi sono laureata in Psicologia il 19 dicembre 1979. Attualmente svolgo la professione di psicoterapeuta presso il mio studio, vicino al lago d’Iseo, tra la campagna e le colline della Franciacorta. Dopo molti anni di lavoro nel servizio pubblico, nel 2002 ho dato le dimissioni per potermi dedicare esclusivamente al lavo-ro clinico come psicoterapeuta.

Da molti anni prescrivo i Fiori di Bach quali guaritori della psiche negli squilibri psico-emotivi e, perché no, anche dell’anima. Oggi anche i funghi fanno parte del mio messaggio di aiuto e sostegno alle sofferenze, alle ansie, alla depressione delle persone che mi consultano.

l mio primo “incontro” con i funghi curativi è avvenuto in seguito a una tiroidite subacuta di tipo virale contratta nell’autunno del 2007. Alla cura tradizionale, ho associato l’uso di Agaricus blazei Murril, Reishi e Cordyceps sinensis. A detta della medicina tradizionale, la mia tiroide non si sarebbe più potuta riprendere.Invece, con mia grande soddisfazione e stupore da parte dei medici, al controllo successivo, dopo un mese di cura con i funghi, l’ecografia ha mostrato un tessuto tiroideo in ricostruzione. Ho diminuito il cortisone ed eliminato l’Eutirox (dopo solo quattro somministrazioni la pressione arteriosa era salita alle stel-le) e ho proseguito la cura prescrittami dal dr Walter Ardigò costituita dai tre funghi soprannominati, magnesio e vitamina C.

Ora, non solo la mia tiroide è sana e normalmente funzionante, ma si è abbassato anche il livello del colesterolo (indice superiore alla media sin da giovane età) e, stuporedegli stupori, è rientrata anche la bilirubina. Infatti, ho ereditato la Sindrome di Gilbert (la Val Camonica è una zona endemica di questa malattia), una malattia che comporta un va-lore elevato della bilirubina, che “mi avrebbe accompagnata per tutta la vita”. Questo mi veniva ripetuto ogni qual volta sottoponevo ai medici i miei esami ematologici.

I funghi sono così potenti da aver operato una trasformazione profonda. Il Cordyceps, il Reishi e l’Agaricus hanno portato in superficie i “veleni” nascosti e hanno eliminato le impronte sul mio corpo di un segnale genetico, ereditato dalla mia famiglia a livello di DNA! Questa mia esperienza mi ha portata ad amare ancor di più la natura per la sua generosa offerta di elementi utili per il nostro benessere psico-fisico. Ho scoperto che anche nel mio lavoro, il Reishi e la Micoterapia riducono i sintomi ansiosi, diversi stati di disagio psichico e restituiscono un benessere psico-emotivo migliore. Ringrazio non per ultimi i miei genitori che mi hanno insegnato l’amo-re e il rispetto per la natura. Da sempre mio padre (ora ottantaseienne) trascorre il tempo libero in montagna e ogni volta porta in regalo erbe curative, trementina per curare le ferite, linfa di betulla per drenare in primavera, bacche di ginepro, asparagi selvatici, spinaci selvatici e tanti altri doni che la natura ci offre per sostegno della salute.

Il nome dell’Azienda, Funghi Meravigliao, nasce proprio dall’aver “toccato con mano” quanto, questi doni della natura siano meravigliosi ed utili per vivere a lungo in salute e con una buona energia vitale. Oggi ci chiamiamo: Funghi Energia e Salute. In queste tre parole vi è racchiuso tutto il segreto.

COLLABORATORI
In questo lavoro mi avvalgo di ottimi collaboratori:

  • un Medico che con professionalità e amorevolezza si rende disponibile per consulenze telefoniche e on line
  • Stefania e Alessandra, le Segretarie che uniscono disponibilità, cortesia e simpatia, doti necessarie per poter lavorare in un clima sereno e collaborativo
  • Medici, Farmacisti, Kinesiologi e Naturopati che credono nei benefici della Micoterapia diffondendone il messaggio
  • un Micologo che ci accompagna nella ricerca e nel controllo della qualità dei prodotti.

Tante altre persone intorno a noi ci sostengono e l’interesse cresce come i funghi!

Ringrazio lo staff al completo e non per ultimi i miei genitori che mi hanno insegnato l’amore e il rispetto per la Natura. 

Un grazie di cuore anche a voi che mi leggete. Lunga vita a tutti, in buona salute!


Dott.ssa Nadia Franzinelli