Coprinus

Coprinus
In epoca moderna

Gli scienziati hanno scoperto che il Coprinus (Coprinus comatus) contiene un ottimo ipoglicemizzante, il vanadio colloidale, che aiuta a ridurre la glicemia elevata e l’innalzamento dell’emoglobina glicata, il valore più rappresentativo dell’andamento della glicemia (Bailey et al., 1984; Han et al., 2003 e 2006).

Questo Fungo Medicinale, grazie alla sua capacità di nutrire i fermenti lattici, è utile nel risanare la flora batterica intestinale, necessaria per il buon funzionamento dell’intestino e della sua risposta immunitaria.

Antica tradizione

Nell’Antica Medicina Cinese il Coprinus viene da sempre utilizzato per il diabete e per il buon funzionamento dell’intestino.

Micologia

Chiamato anche “fungo inchiostro”, il Coprinus (Coprinus comatus) è un umile fungo presente anche nei nostri prati. Nella Medicina Tradizionale Occidentale è considerato benefico per la riduzione della glicemia alta e per il trattamento delle emorroidi.
Le conferme scientifiche della sua utilità sono arrivate nel 1934, quando alcuni ricercatori hanno deciso di studiarne in maniera approfondita le proprietà e hanno scoperto la reale efficacia di questo Fungo Medicinale.

Composti chimici

Nel Coprinus sono presenti diversi principi attivi, in particolare:

  • il vanadio colloidale, un minerale molto raro che esercita un’azione ipoglicemizzante. Grazie a questa sua particolarità è in grado di ridurre l’emoglobina glicata e la glicemia elevata, due parametri importanti nel diabete (Bailey et al., 1984; Han et al., 2003 e 2006)
  • il manganese, che contribuisce al controllo del metabolismo degli zuccheri
  • la vitamina C, raramente presente nei funghi
  • il trealosio, un disaccaride composto da due molecole di glucosio, che costituisce il nutrimento preferito dei fermenti lattici intestinali. Il Coprinus, molto ricco di questo prebiotico, migliora la flora batterica dell’intestino, che in presenza di varie patologie risulta alterata
  • i beta-glucani, potenti immunostimolanti, tra cui i beta-glucani D,1-6 D, raro in natura (Efremenkova et al., 2001)
  • i terpeni, potenti immunostimolanti capaci di aumentare le nostre difese e di combattere gli agenti aggressivi che attaccano l’organismo (Asatiani et al., 2011; Badalyan e Sisakyan, 2005)
  1. integratori-Coprinus Basic
    Linea Basic
    Coprinus Basic
    Formula classica in compresse
    34,99 €
    Rimuovi il prodotto
Bibliografia
  • Asatiani MD, Wasser SP, Nevo E, Ruimi N, Mahajna JA, Reznick A. (2011): “The shaggy ink cap medicinal mushroom, Coprinus comatus (of mull.: fr.) pers.(Agaricomycetideae) substances interfere with h2o2 induction of the Nf-Κb pathway through inhibition of Iκbα phosphorylation in Mcf7 breast cancer cells.” International Journal Of Medicinal Mushrooms, 13(1): 19-25.
  • Badalyan S, Sisakyan S. (2005): “Study of antiprotozoal activity and mitogenic effects within some medicinal mushrooms.” International Journal ofMedicinal Mushrooms, 7: 382-383.
  • Bailey CJ, Turner SL, Jakeman KJ, Hayes WA. (1984): “Effect of Coprinus comatus on plasma glucose concentrations in mice.” Planta Med., 50 (6): 525-6.
  • Efremenkova OV, Ershova EY, Tolstykh IV, Zenkova VA, Dudnik YV. (2001): “The revealing of antimicrobial activity of strains of the genus Coprinus.” Mikol Fitopatol., 35(6): 32-7.
  • Han C, Yuan J, Wang Y, Li L. (2006): “Hypoglycemic activity of fermented mushroom of Coprinus comatus rich in vanadium.” J Trace Elem Med Biol., 2006 20(3): 191-6.
  • Han C, Xing F, Jiang F, Wang Y. (2003): “A study on co-effects of Coprinus comatus fermentation liquid and sodium vanadate on the process of inhibiting ascension of blood glucose in mice.” Edible Fungi of China, 22 (1): 39-40.
  • Lee KA, Lee JS, Yoon JD, Chung MW, Ha, HC, Lee JS. (2005): “Hepatoprotective effects of waxy brown rice cultured with Agrocybe cy- lindracea (DC.) Gillet.” International Journal of Medicinal Mushrooms, 7(3): 351-352.